Il Rifugio Somma si trova in alta Valle Formazza (VCO) in Località Sabbioni a 2561 metri di altitudine. La Valle Formazza, nota anche per la celebre Cascata del Toce(1), si trova a circa 30 km da Domodossola, 120 km da Milano (90 km da Milano Malpensa) e 180 km da Torino

In auto:
da Milano (A8) oppure (A4) (A26)
da Genova (A26)
da Torino (A4) (A26)

Si segue l’autostrada A26 fino a Gravellona Toce, poi si prosegue sulla SS 33 del Sempione fino all’uscita per le Valli Antigorio e Formazza; da qui, sulla SS 659 della Valle Formazza si superano i paesi di Crodo, Baceno e Premia, sino alla cascata del Toce. Superate le cascate un breve tratto di strada porta a Riale(2), un piccolo e caratteristico borgo Walser. Si parcheggia o all’inizio di Riale o si prosegue fino al parcheggio(3) sotto la diga di Morasco. I parcheggi sono a pagamento.

ATTENZIONE: nei periodi di maggior affollamento ordinanze comunali limitano il passaggio delle auto in alcune ore del giorno. Verificare gli aggiornamenti sul nostro sito o in quello del Comune di Formazza.

Dalla Svizzera: passo del Sempione sino al confine di stato, poi si segue la S.S. 33 fino all’uscita di Crevoladossola seguendo le indicazioni per la S.S. 659 in direzione Val Formazza – Cascata del Toce.
Da Locarno, via Centovalli – Val Vigezzo fino a Crevoladossola poi statale 659 come sopra.

Mezzi pubblici: in treno da Milano o da Torino (via Novara) sino alla stazione di Domodossola. Da qui bus di linea sino a Ponte Formazza-Riale. (consultare il sito comazzibus.com, linea di autoservizi).
Dalla Svizzera: in treno da Berna e Ginevra per il tunnel del Sempione o da Locarno con la ferrovia Vigezzina fino alla stazione di Domodossola, quindi con il bus di linea come sopra.

Il Percorso

Segnavia:
G0 – G39

Lunghezza:
6,5 Km

Tempo Stimato:
2:30 ore a piedi

Difficoltà:
E (escursionismo) 

Dislivello:
843 mt

Altitudine:
min: 1718m
max 2561m

Punti Ristoro:
nessun punto intermedio.

Periodo:
da giugno a ottobre

Tipo di percorso:
andata e ritorno

Lasciata l’automobile si segue a piedi la strada ( percorso G0 ) che sale a destra  del lungo muraglione della diga di Morasco(5) fino a giungere  alla casa dei guardiani e alla carrabile che si affaccia sul Lago di Morasco(6). Lasciandosi alle spalle la diga, si prosegue in piano lungo la sponda del bacino, fino alla fine del lago dove in una ventina di minuti si raggiungono due edifici in muratura. Uno a livello carrareccia (poco più avanti) dove parte la funivia di proprietà dell’Enel e uno più in basso, che è l’ex partenza della vecchia funivia non più in funzione(7).

 La cartellonistica(7)  ci invita a scendere fino a giungere a questo edificio più vecchio. Da qui si prosegue scendendo sulla sinistra, dove si attraversa un ponticello in cemento, e si percorre il largo sentiero che conduce all’alpeggio in fondo alla vallata. Un cartello(8) sconsiglia l’accesso al sentiero vecchio che piega a sinistra, e che sale ripido sul costone di roccia che si affaccia al canalone dove corre il torrente Rio Sabbioni ( questo sentiero nonostante sia ancora utilizzato, è privo di manutenzione, e pertanto consigliamo di non usarlo ).  In pochi minuti di salita si raggiunge un bivio segnalato con un cartello: Il sentiero più veloce consigliato per raggiungere il rifugio Somma e il Lago Sabbioni è il G39. Il sentiero è ben segnalato con tracce  BIANCO/ROSSE e cartellonistica del CAI.

 Attenzione: poco dopo il ponticello vi sono evidenti tracce del vecchio sentiero che sale costeggiando il vallone del Rio Sabbione (questo sentiero, nonostante sia ancora utilizzato da molti escursionisti è privo di manutenzione e pertanto, come indicato da un cartello, vige il divieto di transito, sconsigliamo di percorrerlo)(8).

In pochi minuti di salita si raggiunge un bivio ove si seguono le indicazioni (a sinistra) per il sentiero G39 che conduce al Rifugio Somma (Rif. Claudio e Bruno – Rif. 3A) e il Lago del Sabbione; il sentiero è ben segnalato con tracce e cartellonistica CAI (bianco/rosse). Sulla destra vi sono le indicazioni per la piana del Bettelmat, per il Rifugio Città di Busto A. e Passo del Gries.

Il sentiero sale ora deciso, ma mai esposto, sino a raggiungere in circa mezz’ora il culmine di questo tratto, poi ridiscende brevemente verso un piccolo e in disuso ricovero (baitino Zum Stock)(9). Da qui il sentiero prosegue fino ad attraversare il torrente e piega sul lato orografico destro della vallata, arrampicandosi in una vasta pietraia (in questo tratto il sentiero è segnalato anche da alcuni ometti, o segnavia in pietra)(10). Lasciata alle spalle la pietraia si prosegue fino a scorgere parte della diga del Lago del Sabbione e successivamente le strutture dell’arrivo della funivia Enel.

Arrivati sul piazzale si seguono le indicazioni presenti nei pressi di una bacheca posizionata dalla nostra Sezione esplicativo della morfologia, la flora e fauna del territorio circostante(11) e in circa 10 minuti si raggiunge il Rifugio seguendo le tracce biancorosse poste sul sentiero principale.

L’escursione al Rifugio Somma rappresenta un itinerario panoramico e suggestivo da praticarsi nei mesi estivi, da giugno a settembre, non presenta alcuna difficoltà tecnica nella salita, ma occorre sempre considerare il dislivello da affrontare.

Nel periodo invernale, ma ricordiamo che il Rifugio chiude a settembre, l’itinerario alpinistico richiede molta attenzione per il pericolo valanghe, soprattutto nei tratti che costeggiano il bacino di Morasco e il canalone del Rio Sabbione; attualmente non è disponibile un locale invernale presso il rifugio.

Punti di Riferimento

(1) CASCATA DEL TOCE
(2) PIANA DI RIALE
(3) PARCHEGGIO DI MORASCO
(4) PARTENZA SENTIERO G0
(5) CARTELLI SULLA DIGA DI MORASCO
(6) LAGO DEL MORASCO
(7) CARTELLI VECCHIA FUNIVIA
(8) Incrocio con il vecchio sentiero, sullo sfondo il canalone del Rio Sabbione e le indicazioni obbligatorie.
(9) BAITINO ZUM STOCK
(10) Segnavia dopo il Rio Sabbione
(11) Si seguono i cartelli che in 10 minuti portano al Rifugio Somma passando dal pianoro finale
(12) ARRIVO PIANORO RIFUGIO
Panorama dal Rifugio
Il Rifugio in Inverno

CARTOGRAFIA

RIfugio Somma Mappa Cartografia

Articoli Correlati

La Diga del Ghiacciaio

Vi ricordiamo l'appuntamento di Venerdì 7 Ottobre alle ore 21.00: vi aspettiamo presso la Sala Polivalente "Giovanni Paolo II" a...
Leggi tutto

Avviso apertura/chiusura Rifugio Somma!!

Con la fine del mese di Agosto ricordiamo che il Rifugio Somma torna alle aperture solo nei Week End!! Ci...
Leggi tutto

VIABILITÀ RIALE-MORASCO: CHIUSURA STRADA

⭕️ AVVISO IMPORTANTE CHIUSURA STRADA ⭕️Informiamo che come di consueto per i mesi estivi il traffico veicolare sulla strada che...
Leggi tutto

RIAPRE LA STAGIONE DEL RIFUGIO SOMMA!

Scoprite tutte le novità e.. il nuovo look!  Sono finiti i lavori al Rifugio Somma e finalmente siamo pronti a...
Leggi tutto

Rifugio Somma, la stagione 2022 è “ALLE PORTE”.

Ormai si stanno concludendo gli ultimi lavori prima dell’apertura stagionale prevista per il primo luglio.Completate le rifiniture e dopo una...
Leggi tutto

Calendario Rifugio Somma 2022 (Aprile Preview)

Siamo ad Aprile, avete girato la pagina del calendario ? Marco Recupero fa il bis e dopo la foto di...
Leggi tutto

Calendario Rifugio Somma 2022 (Marzo Preview)

Marzo è già iniziato, avete girato la pagina del calendario ? É di Marco Recupero la foto del mese di...
Leggi tutto

Calendario Rifugio Somma 2022 (Febbraio Preview)

Siamo a febbraio! Avete già voltato pagina con il nostro calendario?Questo mese abbiamo un bellissimo scatto di @Christian Mazzucchelli e...
Leggi tutto

Tempo di Ciaspolate?

Desiderate organizzare qualche bella ciaspolata e mangiata in rifugio? Buona parte dei Rifugi AGRAP dell'Ossola sono aperti anche nella stagione...
Leggi tutto

Calendario 2022 (Gennaio Preview)

Siete curiosi di sapere com'è il nuovo calendario del Rifugio Somma? Ecco un assaggio delle foto vincitrici del concorso Complimenti...
Leggi tutto